Additional information
Reflections for the week
Online Retreat Weeks
Connect with us
JRS ritiro on-line: Giorno 5 – Un mondo bisognoso di riconciliazione
venerdì, novembre 05, 2010


"La nostalgia della riconciliazione e la riconciliazione stessa saranno piene ed efficaci nella misura in cui giungeranno - per guarirla - a quella lacerazione primigenia, che è radice di tutte le altre ed è il peccato."
Nell'iniziare la vostra preghiera oggi, ricordatevi che siete alla sacra presenza di Dio. Siate consapevoli del fatto che Dio ha lo sguardo costantemente posato su di voi, che ha una dolce e al contempo potente considerazione di voi. In preghiera, chiedete a Dio ciò che desiderate:

Oggi chiedete a Dio di aiutarvi ad arrendervi al Mistero che vi circonda, fiduciosi che l'universo è nelle mani giuste di Dio. Chiedete vi sia dato di crescere in quella fede nell'amore e nella bontà radicale di Dio che fuga ogni vostra paura e disciplina ogni vostro desiderio.



Reflections for Prayer
Washington DC, 5 novembre 2010 – Della sua uccisione si sa poco: nessuno dei quattro messicani era armato, tuttavia per un qualche motivo l'agente si è sentito minacciato dal gruppo di migranti. Possiamo soltanto dedurre che Francisco e i suoi fratelli erano terrorizzati alla vista dell'agente che simbolizzava la fine di tutti i loro sogni e le loro speranze. Senz'altro l'agente si è sentito minacciato dai giovani che nulla garantiva non fossero dei criminali, spacciatori di droga o terroristi. Immagino che ciò che è successo sul confine in quella fredda giornata di gennaio sia stato semplicemente l'esito di una barriera distruttiva di incomprensione, discriminazione, paura. Tanto il giovane messicano quanto l'agente sono divenuti inconsapevoli vittime di un sistema migratorio sbagliato. Due giorni dopo l'uccisione di Francisco ho celebrato Messa in un centro di detenzione a nord di Tucson. In sacrestia ho incontrato i due fratelli di Francisco, affranti e frastornati piangevano silenziosamente e pregavano per il fratello morto.

Nel disorientamento e nella tristezza di questa esperienza, il Signore ci invita a non cedere di fronte a questo nostro mondo disastrato, facendo nostro il desiderio profondo che prevalga quella riconciliazione che solo Gesù può portare. L'invito di Gesù alla riconciliazione non conosceva barriere: trattava con i potenti, sfidandoli a cambiare il loro cuore. Dimostrava un amore speciale per i poveri. Proclamava senza sosta il regno di Dio, ai suoi occhi una visione del mondo in cui tutti i rapporti sono riconciliati in Dio. Dove, nel vostro mondo e nella vostra vita, avvertite il bisogno e il desiderio di riconciliazione? Portate questo desiderio dinanzi al Signore.

Rivolgetevi a Dio da amico ad amico.

Parlate a Dio della vostra risposta, delle vostre esigenze personali, dei vostri più intimi desideri.

Concludete la vostra orazione con il Padre Nostro, la preghiera che Gesù ci ha insegnato.

Kenneth Gavin SJ
ex Direttore
JRS Stati Uniti


Suggested Reading for Prayer
Efesini 1, 8-10

Dio l'ha abbondantemente riversata su di noi con ogni sapienza e intelligenza, poiché egli ci ha fatto conoscere il mistero della sua volontà, secondo quanto nella sua benevolenza aveva in lui prestabilito per realizzarlo nella pienezza dei tempi: il disegno cioè di ricapitolare in Cristo tutte le cose, quelle del cielo come quelle della terra.