Additional information
Reflections for the week
Online Retreat Weeks
Connect with us
JRS ritiro on-line: Giorno 7 – Crescere nella tenerezza
domenica, novembre 07, 2010


"La tenerezza è la pienezza della forza."
Nell'iniziare la vostra preghiera oggi, ricordatevi che siete alla sacra presenza di Dio. Siate consapevoli del fatto che Dio ha lo sguardo costantemente posato su di voi, che ha una dolce e al contempo potente considerazione di voi. In preghiera, chiedete a Dio ciò che desiderate:

Oggi chiedete a Dio di aiutarvi ad arrendervi al Mistero che vi circonda, fiduciosi che l'universo è nelle mani giuste di Dio. Chiedete vi sia dato di crescere in quella fede nell'amore e nella bontà radicale di Dio che fuga ogni vostra paura e disciplina ogni vostro desiderio.



Reflections for Prayer
Madrid, 7 novembre 2010 – Non c’erano più scuse plausibili. Da ormai troppo tempo i bimbi dell’asilo del campo scorrazzavano ovunque, senza controllo, durante l’intervallo della ricreazione. Lo avevamo sottolineato già in diverse occasioni: durante la pausa gli alunni dovevano rimanere sotto il controllo delle loro insegnanti. Spettava a loro proporre giochi e impedire che finissero in strada. Solo la settimana prima alcuni bambini si erano aggrappati alla ruota di scorta dell’automobile dell’UNHCR, mentre percorreva la salita che porta alla scuola. Uno dei piccoli era scivolato e si era rotto una gamba.

Non osservando alcun cambiamento nei loro atteggiamenti, a ogni educatrice venne inviata una lettera di spiegazione, una sorta di avvertimento, alla quale tutte si rifiutarono di rispondere.

Convocai una riunione con loro per quel pomeriggio, al termine delle attività scolastiche. Ricordo la sensazione che provavo mentre mi avvicinavo all’edificio. Nella mia testa pensavo a una riunione concisa, un messaggio chiaro, definitivo, irrevocabile. Sapevo come affrontare la questione, sapevo quali argomenti avrei utilizzato. Non ci sarebbero state scuse, né spiegazioni davanti alle quali cedere.

Ora so che quella sera bastò un istante per salvarci dalla confusione, dalle incomprensioni, dalla scomodità delle posizioni immutabili. Nell'attesa che finissero di arrivare tutte quante, seduti su quelle minuscole seggioline, ci guardammo. E, ancora non so perché, ci scoprimmo. Fu forse la stanchezza nei volti, forse quell'ombra di smarrimento, forse la delusione di fronte a una discussione che probabilmente sarebbe stata infruttuosa. Quel silenzio portava con sé tutte le verità che si agitavano in loro e nel loro impegno quotidiano a dare il meglio ai loro alunni. Mai prima d'ora mi ero sentito così esposto alle intemperie di questa verità.

Non so neanche io perché, ma la prima cosa che riuscii a fare fu chiedere scusa e offrire loro un riconoscimento, e tutto cambiò. L'unica cosa che posso dire è che loro parlarono e io le compresi e che da quel momento ci ritrovammo più vicini…

Penso a come cambiò atteggiamento Gesù quando incontrò quella donna straniera, la sirofenicia (Mc 7, 24; Mt 15, 21). Penso alla bellezza che non riuscì a condividere con Gesù Simone il fariseo, nel pomeriggio in cui la peccatrice entrò nella sua casa (Lc 7, 36). Penso a tutti gli inviti che ogni giorno, lievi ma costanti, ci chiedono di vivere con più tenerezza. E capisco che, a prescindere dai tanti limiti personali collettivi, c'è un torrente che attraversa luoghi e tempi e che si fa strada attraverso la storia per restituirci quel cuore di carne del quale tutti siamo parte.

Gonzalo Sanchez
Ex Responsabile per l’Advocacy
JRS Africa Occidentale

Rivolgetevi a Dio da amico ad amico.

Parlate a Dio della vostra risposta, delle vostre esigenze personali, dei vostri più intimi desideri.

Concludete la vostra orazione con il Padre Nostro, la preghiera che Gesù ci ha insegnato.



Suggested Reading for Prayer
Ezechiele 36, 24-26

Vi prenderò dalle genti, vi radunerò da ogni terra e vi condurrò sul vostro suolo. Vi aspergerò con acqua pura e sarete purificati; io vi purificherò da tutte le vostre sozzure e da tutti i vostri idoli; vi darò un cuore nuovo, metterò dentro di voi uno spirito nuovo, toglierò da voi il cuore di pietra e vi darò un cuore di carne.