Additional information
Reflections for the week
Online Retreat Weeks
Connect with us
JRS ritiro on-line: Giorno 25 – Educazione: una fiammella di speranza
giovedì, novembre 25, 2010


“Scopo di tutta l'educazione cristiana, del resto, è di formare il fedele, come «uomo nuovo», a una fede adulta, che lo renda capace di testimoniare nel proprio ambiente la speranza cristiana da cui è animato.”
Nell'iniziare la vostra preghiera oggi, ricordatevi che siete alla sacra presenza di Dio. Siate consapevoli del fatto che Dio ha lo sguardo costantemente posato su di voi, che ha una dolce e al contempo potente considerazione di voi. In preghiera, chiedete a Dio ciò che desiderate:

Oggi chiedete a Dio di aiutarvi ad arrendervi al Mistero che vi circonda, fiduciosi che l'universo è nelle mani giuste di Dio. Chiedete vi sia dato di crescere in quella fede nell'amore e nella bontà radicale di Dio che fuga ogni vostra paura e disciplina ogni vostro desiderio.


Reflections for Prayer
Roma, 25 novembre 2010 – Con gioia e un senso di libertà interiore la donna sudanese si è alzata dalla panca dov’era seduta: voleva rendere testimonianza della trasformazione che stava avvenendo nella sua vita. Catherine aveva scelto la conclusione di un workshop sull’educazione alla pace svolto dal JRS a Lobone, Sud Sudan, per renderci partecipi della sua analisi

“Mi era stato sempre detto, e personalmente ci credevo, che se in famiglia c’era qualche problema la causa era sempre la donna. Eravamo noi donne, il problema. Ora so che non è così. Da questo workshop ho imparato che quando c’è un problema, sono tutti concausa, e tutti possiamo contribuire a risolverlo. Ora so quanto mi serve e sono in grado di dare il via a questo nuovo corso”. Resa libera da un reale e più forte senso identitario, nonché dotata di un maggior potere di trasformazione in seno alla propria casa e alla propria famiglia, alla comunità di appartenenza e alla società in generale, Catherine e le altre partecipanti sono felicemente nate a nuova vita.

Lavorando con il JRS per i progetti educativi in Africa, ho avuto la fortuna di essere sempre di nuovo testimone di queste rinascite nella speranza e nella gioia. Bambini traumatizzati hanno trovato uno spazio di sicurezza a scuola, recuperando così l’infanzia perduta e un nuovo senso di benessere. Adolescenti in crisi perché consapevoli che senza un’educazione sarebbero rimasti schiavi e vittime di discriminazione e conflitti, hanno fatto di tutto per essere ammessi al college, esultando in caso di successo. Mi ha detto uno di loro “Sono convinto che l’educazione che mi viene impartita ... è l’unica fiammella di speranza nel buio della mia disperata situazione di rifugiato”. Grazie all’educazione, i rifugiati possono osare di sperare e darsi un futuro.

I programmi educativi – che si tratti di scuola primaria o di college, di formazione professionale o di preparazione all’insegnamento, di corsi di alfabetizzazione o di educazione alla pace e creazione di comunità – hanno raggiunto e cambiato la vita di bambini e giovani, di donne e insegnanti, di leader locali, di soldati ed ex combattenti. L’educazione ha fornito conoscenze e dato competenze, ha insegnato valori per la vita, e ha reso possibile immaginare e costruire in un mondo più giusto e pacifico. Grazie a un’educazione fondata sui valori evangelici e capace di rispondere alle concrete esigenze umane e spirituali, si scopre una speranza, si trasforma la vita, e le persone possono finalmente scegliere della propria vita a livello sia individuale che comunitario.

L’esperienza della gioia e della trasformazione vissuta dai rifugiati ci sollecita ad aprirci all’esperienza del Gesù Risorto che non cessa di portare al mondo vita, guarigione e pace. Il Dio della Vita ci invita a rispondere divenendo strumenti e testimoni di trasformazione. Come siamo chiamati a partecipare al processo di trasformazione che porta a una più profonda compassione e una vita più ricca? Quale sarà la nostra testimonianza?

Sr. Roxanne Schares SSND
Ex Responsabile per l’Istruzione in Africa
JRS

Rivolgetevi a Dio da amico ad amico.

Parlate a Dio della vostra risposta, delle vostre esigenze personali, dei vostri più intimi desideri.

Concludete la vostra orazione con il Padre Nostro, la preghiera che Gesù ci ha insegnato.


Suggested Reading for Prayer
Efesini 1,17-21

Il Dio del Signore nostro Gesù Cristo, il Padre della gloria, vi dia uno spirito di sapienza e di rivelazione per una più profonda conoscenza di lui. Possa egli davvero illuminare gli occhi della vostra mente per farvi comprendere a quale speranza vi ha chiamati, quale tesoro di gloria racchiude la sua eredità fra i santi e qual è la straordinaria grandezza della sua potenza verso di noi credenti secondo l'efficacia della sua forza che egli manifestò in Cristo, quando lo risuscitò dai morti e lo fece sedere alla sua destra nei cieli, al di sopra di ogni principato e autorità, di ogni potenza e dominazione e di ogni altro nome che si possa nominare non solo nel secolo presente ma anche in quello futuro.